RADON FREE - Radiation Monitoring (logo3)Welcome to Radon Free- Radiation Monitoring®. Here you will find informations about radon gas. Radon Free- Radiation Monitoring® will help you to understand and to reduce radon gas exposure in your homes and workplaces.

Il radon (Rn) è un elemento chimico presente in natura sotto forma di gas; ha una densità relativa maggiore di uno ed è, pertanto, più pesante dell’aria.

Il Radon è presente nel suolo e nelle rocce (tufi, rocce intrusive granitiche, rocce effusive vulcaniche) ed è disciolto nelle acque, soprattutto termali.

Il Radon si presenta in forma isotopica; il suo isotopo radioattivo Rn-222 deriva dal decadimento radioattivo dell’uranio (U-238).

L’Associazione Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha inserito il radon tra gli agenti cancerogeni. Il radon è la principale causa di tumore al polmone per non fumatori e la seconda causa di cancro ai polmoni per i fumatori.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) ha fissato pari a 100 Bq/m^3 il valore di concentrazione del gas nell’aria all’interno degli edifici.

Nel 1990 l’Unione Europea ha emanato una specifica raccomandazione, che prevede i seguenti valori limite di concentrazione del gas radon nell’aria: 400 Bq/m^3 (leggi 400 Becquerel per metro cubo) per gli edifici costruiti prima del 1990 e 200 Bq/m^3 per gli edifici costruiti dopo tale data.

In Italia il valore di azione a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori è stato posto pari a 400 Bq m^3 (cfr. D.Lgs. 230/1995) mentre il valore limite di esposizione per i lavoratori è stato posto pari a 500 Bq m^3.

RADON FREE – Radiation Monitoring® si propone di promuovere, tra i professionisti e i soggetti deputati a legiferare e pianificare l’uso del territorio, una nuova cultura della prevenzione e della progettazione; la concentrazione di radon, anche laddove è presente nel suolo e nelle rocce in elevata concentrazione, può essere ridotto e mantenuto, all’interno degli edifici, entro valori tollerabili mediante l’adozione di misure tecniche e organizzative, fermo restando che la miglior forma di prevenzione è non costruire edifici nei terreni in cui vi siano altissime concentrazioni di gas radon e se non se ne può fare a meno, progettare e realizzare nuovi edifici o sottoporre a risanamento quelli esistenti nel rispetto di criteri di progettazione per il contenimento e la mitigazione degli effetti sulla salute degli occupanti.

Il coordinatore di RADON FREE – Radiation Monitoring® è il dott. ing. Andrea Alessandro MUNTONI (ingegnere per l’ambiente e il territorio), coadiuvato dal dott. Emanuele Pascariello (biologo).

RADON – FREE – Radiation Monitoring® nasce col supporto tecnico – scientifico e il contributo attivo di SIACGI MUNTONI & Partner e Ingegnere Ambientale.

RADON FREE – Radiation Monitoring® si propone di affrontare tutte le problematiche connesse con la presenza del gas radioattivo radon negli edifici destinati ad ambienti di vita (civili abitazioni, scuole, ospedali, case di cura, ludoteche) e ad ambienti di lavoro.